Quaderno onto

Il quaderno onto (trad. quaderno unto) esiste veramente e me lo porto sempre appresso.

Se non lo avessi costantemente al mio fianco nella borsa a tracolla, sopra il tavolo di casa o nascosto dietro al bancone della pizzeria, sarebbe un grave problema.

Quando lo dimentico da qualche parte mi tocca riempirmi le tasche di bigliettini che sistematicamente smarrisco nell’ignoto oppure in giro per la casa.

Se li recupera la mia ragazza me li fa trovare sulla mensola sopra il caminetto, se li trova mia figlia, appassionata di carta, può essere che li mastichi rendendoli indecifrabili.

Ironia a parte, il quaderno onto è un diario su cui, costantemente e in qualsiasi momento, registro le tappe di quella parte della mia vita ormai indissolubilmente legata all’amore per il mio lavoro e al bisogno crescente di qualità.

Questo blog nasce con l’intento di condividere questo percorso.